Cancro vulvare

Cancro vulvare

Revisionato dal punto di vista medico da Varixcare.cz. Ultimo aggiornamento il 12 ottobre 2020.

Cos'è il cancro vulvare?

Harvard Health Publishing

Il cancro vulvare si verifica nella vulva, l'area genitale esterna del sistema riproduttivo femminile. Può colpire qualsiasi parte della vulva, comprese le labbra, il mons pubis (la pelle e il tessuto che ricoprono l'osso pubico), il clitoride o le aperture vaginali o uretrali. Nella maggior parte dei casi, colpisce i bordi interni delle grandi labbra o delle piccole labbra.



La stragrande maggioranza dei tumori vulvari sono carcinomi a cellule squamose. Questo cancro inizia nelle cellule squamose, il principale tipo di cellule della pelle. Il cancro a cellule squamose di solito si sviluppa nel corso di molti anni. Prima che si formi, le cellule anormali di solito si sviluppano nello strato superficiale della pelle, chiamato epitelio. Questa condizione è chiamata neoplasia intraepiteliale vulvare (VIN).



Un'altra forma comune di cancro vulvare è il melanoma. Di solito si verifica sulle piccole labbra o sul clitoride. Forme non comuni di cancro vulvare includono l'adenocarcinoma della ghiandola di Bartolini e il morbo di Paget non mammario. Pochi tumori vulvari sono sarcomi. Questi tumori si verificano nel tessuto connettivo sottocutaneo.

Il cancro vulvare è raro e rappresenta una percentuale molto piccola di tutti i tumori nelle donne. La maggior parte delle donne con diagnosi di cancro vulvare ha più di 50 anni; e due terzi hanno più di 70 anni.



Recentemente, alle donne più giovani è stata diagnosticata la VIN. Con la diagnosi precoce e il trattamento di questa condizione precancerosa, una donna potrebbe non sviluppare mai un vero cancro vulvare.

I fattori di rischio per il cancro vulvare includono

  • avere cellule vulvari anormali e precancerose
  • essere infettato dal virus del papilloma umano (HPV)
  • fumare sigarette
  • avere una condizione correlata alla deficienza immunitaria (un trapianto di organi, per esempio)
  • avere la distrofia vulvare, una condizione in cui la pelle appare anormale ed è ricoperta di protuberanze bianche
  • avendo cambiamenti precancerosi alla vulva
  • avendo cambiamenti precancerosi sulla cervice o una storia di cancro cervicale
  • essere di origine nordeuropea.

Sintomi

I sintomi comuni del cancro vulvare e del VIN includono



  • prurito persistente o bruciore ovunque sulla vulva
  • un grumo rosso, rosa o bianco con una superficie simile a una verruca o cruda
  • una zona bianca e ruvida sulla vulva
  • minzione dolorosa o sanguinamento
  • dimissione non correlata al ciclo
  • un'ulcera cutanea che dura più di un mese.

I segni del melanoma vulvare includono un'area rialzata nera o marrone o un cambiamento nelle dimensioni, nella forma o nel colore di un neo preesistente.

momento migliore della giornata per prendere lipotor

I segni di un adenocarcinoma della ghiandola di Bartolini includono un nodulo all'apertura della vagina. Avere un nodulo non significa che hai il cancro. Potrebbe essere una comune cisti benigna. Tuttavia, dovresti chiedere al tuo medico di esaminare il nodulo per assicurarti che non sia canceroso.

Un'area dolorante, rossa e squamosa sulla vulva può essere un segno della malattia di Paget.

Alcuni segni e sintomi del cancro vulvare possono verificarsi con condizioni non cancerose, come infezioni o traumi. Inoltre, alcune condizioni non cancerose possono simulare il cancro vulvare. Se il trattamento conservativo non risolve questi problemi, avrai bisogno di una biopsia per scoprire se sono cancerosi.

Diagnosi

Il cancro vulvare viene solitamente diagnosticato con una biopsia. Durante una biopsia, il medico rimuoverà un piccolo frammento di tessuto, di solito dal centro dell'area anormale per assicurarsi che venga prelevato un campione rappresentativo. Uno specialista esaminerà il tessuto al microscopio per verificare la presenza di cellule cancerose e precancerose.

Il medico può utilizzare uno strumento chiamato colposcopio, dotato di lenti di ingrandimento, per selezionare il sito della biopsia. Prima della colposcopia, il medico applicherà una soluzione di aceto a tutte le aree sospette. Fa sì che la pelle anormale diventi bianca per un breve periodo. Il medico sarà in grado di vedere meglio queste aree attraverso il colposcopio. Il medico può anche esaminare la cervice e la vagina con il colposcopio.

Se il medico vede anomalie su diverse aree della vulva, può prelevare più campioni di tessuto. Piccole aree anormali possono essere rimosse completamente.

Se la biopsia rileva il cancro, il medico può eseguire ulteriori test per determinare se il cancro si è diffuso oltre la vulva. Ad esempio, può utilizzare un tubo illuminato per esaminare l'interno della vescica e del retto. Lui o lei può anche fare un esame pelvico più approfondito in anestesia. Potresti anche aver bisogno di scansioni TC o risonanza magnetica per vedere se il cancro si è diffuso ad altri siti.

Il medico può anche raccomandare una biopsia del linfonodo sentinella per verificare la presenza di cancro nei linfonodi vicini. In alcuni centri medici, ciò comporta l'iniezione di una sostanza radioattiva che i linfonodi assorbono. Se la sostanza radioattiva sembra anormale, può segnalare la presenza di cancro nei linfonodi.

Questi nodi selezionati (nodi sentinella) possono essere rimossi per aiutare i medici a prevedere se il cancro si è diffuso agli organi pelvici vicini o a parti più distanti del corpo. Il controllo di questi linfonodi per il cancro aiuterà anche i medici a determinare le opzioni di trattamento.

Se viene diagnosticato un cancro vulvare, sarà 'messa in scena'. Gli stadi, dallo stadio I allo stadio IV, indicano quanto è progredito il cancro. Lo stadio 0 indica VIN. Significa che le cellule anormali sono confinate in un punto sulla superficie esterna della vulva. Queste cellule anormali hanno il potenziale per diventare cancerose.

pillola rosa gg 705

Ogni stadio più alto significa più progressione del cancro vulvare. Le donne con stadio IV hanno un cancro molto avanzato che si è diffuso ad altri organi o ai linfonodi su entrambi i lati del bacino.

Durata prevista

Il cancro vulvare continuerà a crescere fino a quando non verrà trattato.

Prevenzione

È possibile adottare misure per ridurre il rischio di cancro vulvare. Puoi anche prendere provvedimenti per identificare e trattare le condizioni precancerose prima che si trasformino in cancro invasivo.

L'infezione da HPV si trova in più della metà dei tumori vulvari. Quasi tutte le infezioni da HPV vengono trasmesse durante il contatto sessuale. I virus cancerogeni più comuni sono i tipi di HPV 16, 18 e 33. Per ridurre il rischio di HPV

avviso ogni 4 ore
  • prendi il vaccino HPV
  • utilizzare preservativi in ​​lattice (il preservativo femminile protegge un'area più ampia del tratto genitale inferiore e della vulva rispetto al preservativo maschile)
  • limitare il numero di partner sessuali
  • evita il sesso con qualcuno che ha avuto molti partner

La diagnosi precoce e il trattamento delle condizioni precancerose aiutano a prevenire il cancro vulvare a cellule squamose invasivo. Le condizioni precancerose e cancerose possono essere rilevate in anticipo se si esegue un esame pelvico annuale. Fai controllare accuratamente tutte le eruzioni vulvari, i nei e i grumi.

La vulva di solito viene esaminata quando si esegue un Pap test e un esame pelvico. In generale, i medici raccomandano che le donne inizino a sottoporsi al Pap test quando raggiungono i 21 anni. La frequenza dei Pap test dipende dalla tua età e dal rischio di cancro cervicale.

La rimozione o l'aspetto strano di talpe dalla vulva può aiutare a prevenire alcuni melanomi vulvari. Smettere di fumare ed evitare l'uso del tabacco può ridurre il rischio di molti tumori, incluso il cancro vulvare. Questi passaggi possono anche aiutare a prevenire i cambiamenti precancerosi nella vulva.

Trattamento

Il trattamento del cancro vulvare dipende dal tipo di cancro, dal suo stadio e dalla sua posizione. Anche la tua età, la salute generale e l'importanza di mantenere la funzione sessuale influenzeranno le scelte terapeutiche.

La chirurgia è il trattamento più comune per il cancro vulvare. Il tipo esatto di intervento chirurgico dipenderà dalla quantità di tessuto da rimuovere:

  • Chirurgia laser brucia lo strato di cellule anormali. I medici trattano il VIN con la chirurgia laser ma non con il cancro invasivo.
  • escissione (a volte chiamata ampia escissione locale) rimuove il cancro e alcuni tessuti normali circostanti.
  • Vulvectomia rimuove parte o tutta la vulva e il tessuto sottostante. Una semplice vulvectomia rimuove solo la vulva. Una vulvectomia radicale parziale rimuove parte della vulva e del tessuto sottostante. Una vulvectomia completa rimuove l'intera vulva e il tessuto sottostante, compreso il clitoride. L'impatto sulla funzione sessuale dipende da quanta parte della vulva viene rimossa.
  • Exenteration pelvico è l'intervento più esteso. Comprende la vulvectomia, la rimozione dei linfonodi pelvici e la rimozione di una o più di queste strutture: vagina, retto, colon inferiore, vescica, utero e cervice.

Il chirurgo cercherà di rimuovere tutte le cellule tumorali preservando il più possibile la funzione sessuale.

Le radiazioni con o senza chemioterapia possono essere raccomandate dopo l'intervento chirurgico. La sfida più grande è selezionare un trattamento che massimizzi le possibilità di rimuovere tutto il cancro preservando la funzione sessuale, che può essere persa con un intervento chirurgico aggressivo.

Rare forme di cancro vulvare possono essere collegate a tumori in altre parti del corpo. Ciò potrebbe richiedere più test, trattamento e monitoraggio.

Quando chiamare un professionista?

È importante esaminare regolarmente la vulva e l'area circostante. Rivolgiti al tuo medico se hai

  • uno sfogo che non va via
  • prurito o dolore che non va via
  • escrescenze anormali, protuberanze o ulcere
  • eventuali cambiamenti nella pelle della vulva.

Prurito, dolore addominale o febbre possono segnalare un'infezione invece del cancro. Dovresti consultare immediatamente il medico se hai dolore addominale con febbre.

I pazienti con cancro vulvare dovrebbero consultare uno specialista in oncologia ginecologica.

Prognosi

Se i cambiamenti precancerosi della vulva e del cancro vulvare vengono rilevati precocemente, le possibilità di una cura sono eccellenti. VIN è curabile quasi al 100%. Quasi tutti i pazienti che hanno un cancro vulvare che non si è diffuso ai linfonodi vivono almeno cinque anni. Se il cancro vulvare ha invaso i linfonodi, la prognosi dipende dal numero di linfonodi coinvolti.

Informazioni aggiuntive

American Cancer Society (ACS)
http://www.cancer.org/

Istituto Nazionale dei Tumori (NCI)
http://www.cancer.gov/

bianco rotondo 54 411

Collegio Americano di Ostetrici e Ginecologi
http://www.acog.org/


Ulteriori informazioni

Consulta sempre il tuo medico per assicurarti che le informazioni visualizzate in questa pagina si applichino alle tue circostanze personali.

Dichiarazione di non responsabilità medica